Concerto in onore del sassofono e del suo inventore Sax. Domenica 2 Auditorium di Milano

Lascia un commento

31 ottobre 2014 di Jazz Digest

Musica da camera 2014/15

Concerto in onore del sassofono

e del suo inventore ADOLPHE SAX

Settimo appuntamento della nuova stagione

con i Sassofonisti de laVerdi

Domenica 2 novembre alle 11.30 nella ricorrenza del suo bicentenario, la Fondazione LaVerdi vuole ricordare Adolphe Sax (1814-1894)con un concerto interamente dedicato al più celebre strumento da lui inventato.Sul palco dell’Auditorium di Milano, in largo Mahler, si esibirà il Quartetto di Sassofoni de laVerdi: Roberto Genova, Silvio Rossomando, Matteo Tamburlin e Marco Caverni. La mattinata in musica si aprirà sulle note dei compositori dell’area franco-belga Jean-Baptiste Singelée, Jean Françaix e Alfred Desenlcos per poi chiudersi oltreoceano con lo statunitense Phil Woods e il venezuelano Aldemaro Romero.

Nel Foyer del bar dell’Auditorium sarà a disposizione sia la colazione prima del concerto sia il brunch a seguire, prima del tradizionale appuntamento sinfonico delle ore 16.00.

(Info e prenotazioni: Auditorium di Milano fondazione Cariplo, orari apertura: mar – dom, ore 14.30 – 19.00. Tel. 02.83389401/2/3, www.laverdi.org, biglietti euro 15,00/12,50/9,00).

Il Programma

DOMENICA 2 NOVEMBRE ore 11.30

Bicentenario di Antoine-Joseph Sax

Detto Adolphe (1814-1894)

Singelée Premier Quatuor op. 53

Françaix Petit Quatuor pour Saxophones

Desenclos Quatuor pour Saxophones

Woods Three Improvisations for Saxophone Quartet

Romero Cuarteto Latinoamericano para Saxophones

I Sassofoni de laVerdi

Roberto Genova Sassofono soprano

Silvio Rossomando Sassofono alto

Matteo Tamburlin Sassofono tenore

Marco Caverni Sassofono baritono

La Stagione

Una nuova Stagione dedicata esclusivamente alla Musica da camera: l’inedita iniziativa de laVerdi si inserisce nel ricco cartellone che la Fondazione ha messo a punto da settembre 2014 a dicembre 2015, con una proposta di 46 concerti all’Auditorium di Milano in largo Mahler – tutti la domenica mattina e sempre alle ore 11.30 – spalmati su 16 mesi, periodo Expo compreso.

Due gli elementi caratteristici e peculiari dell’iniziativa: da una parte offrire al pubblico la possibilità di ascoltare solisti già affermati sulla scena artistica e, dall’altra, proporre un panorama estremamente ampio e articolato della produzione cameristica – dal barocco al contemporaneo – attraverso gli ensemble delle prime parti de laVerdi, con programmi a prezzi contenuti.

In questo modo – spiega Ruben Jais, direttore artistico de laVerdi – il pubblico potrà seguire un percorso cronologico e filologico che gli consentirà di avere un esauriente quadro d’insieme della vastissima produzione cameristica mondiale, attraverso cicli, come quelli dedicati a Beethoven e Bach, o i concerti spot. Senza togliere a nessuno il piacere di gustarsi la singola esibizione, indipendentemente dal programma complessivo, che più e meglio può corrispondere al gusto personale o alle proprie aspettative musicali”.

Biografie

Roberto Genova

A partire dal suo debutto a diciotto anni con laVerdi di Milano sotto la guida di Riccardo Chailly, Roberto Genova si è esibito in oltre cento concerti con diverse orchestre sinfoniche sotto la direzione di importanti direttori tra i quali Gianandrea Noseda, Gianluigi Gelmetti, Reinbert de Leeuw, Zhang Xian e Pinchas Steinberg. Nel 2005 si trasferisce in Olanda per perfezionarsi al Conservatorium van Amsterdam, nel 2006 risulta l’unico vincitore dell’audizione come saxofonista solo dell’orchestra del Teatro Regio di Torino. Recentemente ha registrato proprio con questa orchestra il Magnificat e la Partita di Goffredo Petrassi per l’etichetta Chandos.

Dal 2010 si dedica allo studio della direzione d’orchestra sotto la guida del maestro Arjan Tien. Nel 2013 ha diretto l’opera di Purcell Dido and Aeneas durante la cerimonia di apertura dell’anno accademico del Conservatorio di Tilburg e ha partecipato ai seminari di direzione del Bartok Festival con Zoltan Pesko e della Sherborne Summer School con George Hurst. Ha diretto l’AMCO ensemble, l’Ontzetting Student Orkest, l’Intermodulation ensemble e ha assistito Arjan Tien durante la produzione di Carmen presso la Magogo Kamerorkest

Lavorare insieme ai compositori per creare nuova musica è sempre stata una passione per Roberto Genova, con il Cseallox duo ha eseguito numerose opere in prima assoluta per l’originale duo saxofono e violoncello e ha suonato in importanti sale tra cui il Muziekgebouw aan het ‘IJ di Amsterdam e al Festival Internazionale del sassofono di Fermo.

Silvio Rossomando

Esegue un’intensa attività concertistica da solista e in formazioni da camera tra cui il quartetto “Neuma” e i “Sonora Sax Ensemble”. Vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali, risulta primo idoneo (sax soprano, contralto e tenore) nell’audizione svolta all’Auditorium di Milano per l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, entrando in attività presso laVerdi dalla stagione concertistica 2011/2012, dove si esibisce in qualità di saxofono contralto sotto la guida di numerosi direttori quali: Wayne Marshall, Zhang Xian, Giuseppe Grazioli, Claus Peter Flor, Jader Bignamini, Marco Parisotto.

Ha tenuto concerti presso l’Auditorium di Milano, Teatro Comunale di Pistoia, Auditorium Parco della Musica di Roma, Teatro alla Scala di Milano, inoltre incide per la casa discografica Zork Digital Planet un cd intitolato Sax in the city. Attualmente è docente di saxofono presso l’Istituto comprensivo “D .Savio” di Potenza.

Matteo Tamburlin

Nel 2004 forma il “Florentia Saxophone Quartet” con il quale, oltre a svolgere un’intensa attività concertistica, ha ottenuto numerosi premi in concorsi nazionali e internazionali. Nel 2008 il quartetto è stato selezionato per suonare al 28° congresso internazionale dell’ ISME (International Society for Music Education) tenutosi nel luglio dello stesso anno a Bologna.

Concertista affermato, Tamburlin ha fatto parte dell’orchestra del “Laboratorio Toscano per la Lirica” e dell’orchestra sinfonica “Giuseppe Verdi” di Milano. Numerose le attività della scuola, in poco tempo affermatasi come una delle realtà più interessanti del territorio aretino grazie all’ampia offerta didattica e all’alta qualità e formazione degli insegnanti.

Due le conferme importanti per l’anno scolastico 2012-2013, ossia l’accreditamento della scuola da parte dell’Istituto Suzuki Italiano per insegnare l’innovativo metodo per bambini nelle classi di Violino, Violoncello, Flauto e Ritmica e la Convenzione con il Conservatorio di Siena. Tale convenzione permette di frequentare i Corsi Pre-Accademici previsti dal vigente ordinamento didattico statale direttamente presso la scuola del Pionta che a tal proposito ha fondato la nuova Accademia di Musica Le 7 Note. Tra i nuovi corsi di quest’anno ci saranno anche Tecnologia Musicale (M° Antonino Ielo), Music Lullaby (primo approccio alla musica per bambini da 12 a 36 mesi, M°Giulia Raimondi), Storia della Musica (M°Andrea Farolfi), Tromba (M°Francesco Giustini).

Marco Caverni

Suona come sassofonista baritono nel Quartetto di Sassofoni “Florentia Saxophone Quartet”, con il quale ha vinto il primo premio assoluto al concorso Dimore Storiche Fiorentine edizione 2005, il terzo premio al concorso internazionale di musica da camera “Marco Fiorindo” edizione 2006, il secondo premio al concorso “G. Rospigliosi” sezione di musica da camera edizione 2007, il secondo premio al concorso internazionale “Vittoria Caffa Righetti”, Cortemilia edizione 2007.

Sempre con il Quartetto ha un’intensa attività concertistica e di collaborazioni presso importanti rassegne italiane, come il cantiere d’arte di Montepulciano, la Regione Toscana, l’Accademia della Crusca. In duo con il pianista Alessio Cioni ha vinto il primo premio assoluto al Concorso Musicale Nazionale “Riviera della Versilia”, edizione 2007, sezione musica da camera. Come solista ha avuto esperienze con l’Orchestra della Valdelsa, l’orchestra Amadeus di Firenze e con l’orchestra del Conservatorio Cherubini di Firenze. Ha suonato con l’orchestra del Laboratorio Lirico Toscano per l’opera “Ascesa e caduta della città di Mahagonny” di Kurt Weill, diretta dal M° Johnatan Webb, in qualità di sassofono contralto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

JazzCalendar

ottobre: 2014
L M M G V S D
« Set   Nov »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: