Al Teatro Parioli il Concerto di Carnevale della Banda Marina Militare italiana per Telethon (9 febbraio)

Lascia un commento

31 gennaio 2016 di Jazz Digest

Al Teatro Parioli il Concerto di Carnevale della Banda Marina Militare italiana per Telethon (9 febbraio)

Martedì 9 febbraio – Ore 21.00

CONCERTO DI CARNEVALE DELLA
BANDA MUSICALE DELLA MARINA MILITARE ITALIANA

Serata di beneficenza a tema Bal en tête
Parte del ricavato della serata sarà devoluto alla Fondazione Telethon

Direttore
Capitano di Fregata
M° Antonio Barbagallo

Con la partecipazione di
Leontina Pallavicino
– cantoe
Saria Convertino
– fisarmonicaLa serata sarà presentata da Giancarlo Magalli

Teatro Parioli Peppino De Filippo
Via Giosuè Borsi, 20 – 00197 Roma

Grande festa musicale di beneficenza al Teatro Parioli Peppino De Filippo per il Martedì Grasso di Carnevale: il 9 febbraio alle ore 21 la Banda Musicale della Marina Militare darà vita ad un divertente concerto a tema Bal en tête e, come da specifica tradizione, tutti i partecipanti sono invitati a indossare simpatici cappelli, copricapi, velette ecc o a presentarsi con acconciature particolari per l’occasione. A tal proposito saranno presenti dei parrucchieri professionisti del salone “Noi Color Cut Style” che si renderanno disponibili per acconciare a tema le Signore. La serata sarà presentata da Giancarlo Magalli e vedrà esibirsi sul palco, accompagnate dall’orchestra diretta dal Maestro Capitano di Fregata Antonio Barbagallo, la cantante Leontina Pallavicino e la fisarmonicista Saria Convertino.
Nel repertorio si alterneranno brani “istituzionali” quali l’Inno Nazionale e La Ritirata a classici degli anni Trenta come Maramao perché sei morto, brani di Astor Piazzolla e Carosone, canzoni evergreen su Roma, da Trovajoli a Rascel, con uno speciale omaggio ad Alberto Sordi.
Il Concerto è a favore di Telethon e si colloca all’interno di quelle iniziative pensate per far vivere la raccolta, a favore della ricerca, durante tutto l’anno: dopo l’evento natalizio e questa performance carnevalesca la liaison con la Marina Militare continuerà poi l’8 marzo, con uno spettacolo di primavera.
La partnership con la Banda musicale della Marina Militare con il Teatro Parioli Peppino De Filippo ha dato luogo anche alla realizzazione di alcune rilevanti lezioni-concerto per gli studenti delle scuole elementari e medie che si esplicano in prossimità delle stesse performance musicali serali.
I biglietti sono disponibili presso il Botteghino del Teatro, Via Giosuè Borsi 20, dal Martedì alla Domenica dalle ore 10.00 alle ore 14.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00.

IL DIRETTORE DELLA BANDA MUSICALE DELLA MARINA MILITARE
Il Maestro Capitano di Fregata Antonio BARBAGALLO è nato a Catania il 04 settembre 1968 e si è diplomato in “Composizione”, “Pianoforte”, “Strumentazione per Banda”, “Musica Corale e Direzione di Coro”.
Ha conseguito inoltre il Diploma Accademico di II livello in “Direzione e Strumentazione per Banda” presso il Conservatorio S. Cecilia in Roma.
Ha studiato Organo e Composizione organistica e ha frequentato il corso di perfezionamento in “Direzione, Strumentazione e Composizione per Banda”, istituito dall’Accademia Nazionale di S.Cecilia in Roma (1999). Ha seguito inoltre, vari corsi di perfezionamento in Direzione d’Orchestra, Direzione di Banda, Direzione di Coro, Composizione, Analisi e Musica da Camera, tenuti da maestri di livello nazionale ed internazionale, conseguendo nel 1998, al corso triennale istituito dall’Accademia Musicale di Pescara, il diploma di alto perfezionamento in “Direzione di Banda”. Nell’anno accademico 1998/99 e all’inizio dell’a.a. 1999/2000, è stato docente di Strumentazione per Banda presso il Conservatorio di Musica “D. Cimarosa” di Avellino.
Nell’anno accademico 1999/2000 è stato docente di Teoria e Solfeggio presso l’Istituto Musicale “G. Navarra” di Gela (CL).
Autore e trascrittore di materiale didattico e di composizioni per coro, gruppi da camera, banda, orchestra (pubblicati da case editrici), ha collaborato, nel campo della musicologia bandistica, con le riviste “Strumenti e Musica” e “Risveglio Musicale”.
Membro di commissione in numerosi concorsi nazionali, svolge inoltre attività didattica nel campo bandistico, tenendo corsi e convegni sulla direzione, storia e analisi del repertorio.
Parallelamente all’attività bandistica, ha sempre operato nel campo della musica vocale polifonica dirigendo l’Associazione “Orizzonti Musicali” – Schola Cantorum “Maria SS. del Rosario” di Fleri – Zafferana Etnea (Catania) dal 1991 al 2000 con un’intensa attività concertistica (oltre 100 concerti) e la produzione di materiale discografico.
Attualmente dirige anche il Coro Polifonico SANTAROSA (Roma). Ha diretto la Banda Nazionale dei Vigili del Fuoco dal 1996 al 2000; nell’ottobre dello stesso anno, ha vinto il concorso per Maestro Direttore della Banda Musicale della Marina Militare Italiana, con la quale svolge un’intensa attività concertistica (oltre 350 concerti diretti) sia in Italia (l’Auditorium e il Teatro dal Verme in Milano, l’Accademia Nazionale di S.Cecilia – Auditorium Parco della Musica in Roma, Teatro S.Carlo in Napoli, Teatro Regio ed Auditorium Paganini in Parma, Teatro Carlo Felice in Genova, Teatro Verdi in Trieste, Teatro La Fenice in Venezia, ecc.) che all’estero (Svezia, Spagna, Belgio, Nuova Zelanda, Egitto, Stati Uniti).

Leontina Pallavicino
Sin da piccola sa che la sua strada è fatta di musica e parole. Si avvicina al canto da subito e a soli sedici anni inizia a studiare la musica per farne la sua vita. La ama tutta, ma si appassiona soprattutto a quella che va dagli anni Trenta ai Quaranta, un periodo cui si accosta prestissimo e che man a mano la condurrà ad acquisire e a fare sua anche la cultura jazz e quella latino americana. I suoi modelli, del resto, sono Billy Holiday, Ella Fitzgerald e Peggy Lee: «Donne e voci cui mi sono sentita attratta – racconta Leontina Pallavicino – che mi hanno spronata a diventare una cantante, che mi hanno condotta fin qui».
Ma non è solo una questione di “passione”, perché Leontina è un’interprete ed è stata una naturale inclinazione della sua personalità – nonché la sua voce calda e dalle ampie estensioni – a portarla a diventare una professionista del settore. E, oltre a esibirsi spesso con orchestre, ensemble e gruppi, arriva a calcare le scene come protagonista di spettacoli musicali al fianco di Manlio Dovi, ne “Bei tempi”, o diretta da Dino Verde in “Maramao tu non sei morto!”, un successo che per anni sarà ospitato sul palco del Salone Margherita, della Chanson e di molti altri stabili.
www.leontinasing.it/

Saria Convertino
Nata nel 1987 nel sud d’Italia, precisamente a Mottola (TA), Saria Convertino ha iniziato a studiare musica all’età di 8 anni e si è laureata con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore al Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, sotto la guida del Prof. Massimiliano Pitocco. Presso il medesimo Conservatorio, consegue nel 2011, il diploma Accademico di II livello in Fisarmonica col M° Pitocco (110 e lode) e nel 2014 il diploma accademico di II livello in Musica da Camera con il M° De Matteis (110 e Lode e Menzione d’Onore).
Nel corso della sua carriera fisarmonicistica si perfeziona poi con i Maestri: V. Semionov (Russia), O. Murray (Regno Unito), S.Hussong (Germania), Y.Shishkin (Russia), F. Angelis (Francia), M.Rantanen ( Finlandia), Gianluca Pica (Italia), Alfred Melichar( Austria), Jacques Mornet (Francia)
Vincitrice di primi premi Assoluti in numerosi concorsi nazionali e internazionali, tra cui il “Premio delle arti 2011” indetto a livello Nazionale dal MIUR, il Concorso Internazionale “Luigi Denza”,il Bando di Concorso “Rec&Play” indetto dal Cidim, il Concorso Nazionale Soroptimist International D’ltalia “Talenti per la musica 2009” e il “Premio Via Vittoria”.
E’ stata ospite dei Fratelli Mancuso al Teatro Argentina di Roma, eseguendo in prima esecuzione assoluta “Simmu Acqua” di Marco Betta, commissionata dall’Accademia Filarmonica Romana.
Ha eseguito “Hymnen” di Stockhausen , per elettronica, musica concreta e solisti, presso i Giardini dell’Accademia Filarmonica romana, in collaborazione col Conservatorio “ S.Cecilia ” di Roma e il Conservatorio “G. Verdi” di Milano.
Ha collaborato con l’attore Ennio Coltorti per lo spettacolo “ITALY” presentato a Villa Brancaccio, Roma, in duo con la pianista Sabrina Trojse, per la regia di Imma Battista.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

JazzCalendar

gennaio: 2016
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: