laVERDI: TORNA IL DIRETTORE ZHANG XIAN PER UN INNO ALLA PRIMAVERA

Lascia un commento

30 marzo 2016 di Jazz Digest

laVERDI: TORNA IL DIRETTORE ZHANG XIAN PER UN INNO ALLA PRIMAVERA

Le stagioni si risvegliano in Auditorium

Zhang Xian torna alla guida de laVerdi con un triplice Inno alla Primavera tra Otto e Novecento

Venerdì 1 e domenica 3 aprile

Auditorium di Milano, largo Mahler

Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi

Direttore Zhang Xian

Dopo l’apertura della stagione con la Nona di Beethoven a Capodanno, l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi ritrova il suo direttore musicale Zhang Xian per questo dodicesimo programma dedicato alla primavera, nelle declinazioni di tre diversi autori per epoca, nazionalità e impostazione.

Venerdì 1 (ore 20.00) e domenica 3 aprile (ore 16.00), all’Auditorium di Milano, la locandina aprirà con il tedesco Schumann, di cui ascolteremo la Sinfonia n. 1 in Si bemolle maggiore La Primavera, nel 175° anniversario della composizione. Si prosegue con l’ungherese Goldmark e la sua Im Frühling, per approdare infine al Novecento con il veneziano Malipiero, di cui laVerdi eseguirà la Sinfonia n. 1 (Sinfonia in quattro tempi come le quattro stagioni).

Venerdì 1, sempre in Auditorium(ore 18.00, Foyer della balconata, ingresso libero), appuntamento con la tradizionale conferenza di introduzione al programma dal titolo: “Il Romanticismo di Schumann 2”; relatore Enrico Reggiani, in collaborazione con l’Università Cattolica di Milano.

(Biglietti: euro 35,00/15,00; info e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler, orari apertura: mar – dom, ore 14.30 – 19.00, tel. 02.83389401/2/3; on line: www.laverdi.org o www.vivaticket.it ).

Programma

Il programma è tematico: propone tre diverse declinazioni della primavera in musica, geograficamente e cronologicamente varie.

Quella di Robert Schumann (1841) rende appieno la freschezza creativa di una stagione felice (prima degli anni bui dell’instabilità mentale) e sopravvive alle ripetute critiche di pesantezza nell’orchestrazione in virtù di un’inventiva melodica inesauribile, che svolge musicalmente l’ottimismo della primavera tedesca.

L’ouverture Im Frühling di Karl Goldmark, (1889) ci porta in terra austroungarica. Compositore nato violinista, non immune all’influsso di Liszt e Wagner, Goldmark propone una primavera pastorale, in cui il suono pieno e cadenzato degli archi si sposa con materiale più vivo e coi colori più bucolici dei legni e, soprattutto, degli ottoni.

Nei suoi Quattro tempi come le quattro stagioni (impossibile non pensare alle Stagioni di Vivaldi) Gian Francesco Malipiero restaura nel 1933 timbri e movenze del glorioso passato strumentale italiano e adotta la denominazione di sinfonia al di fuori dei dettami della tradizione classica e romantica “straniera”. Si tratta infatti – come scrisse lui stesso – di “una forma libera di poema in più parti che si seguono capricciosamente, obbedendo soltanto a quelle leggi inafferrabili che l’istinto riconosce e adotta per esprimere un pensiero o un seguito di pensieri musicali”.

Biografie

Zhang Xian Direttore. Nata a Dandong, in Cina, ha fatto il suo debutto professionale con Le nozze di Figaro alla Central Opera House di Pechino all’età di 20 anni. Ha studiato al Conservatorio Centrale di Beijing – dove ha ottenuto sia il diploma che il Master of Music – dirigendo per un anno prima di trasferirsi negli Stati Uniti nel 1998. Nel 2002 è stata nominata Assistant Conductor della New York Philharmonic, diventandone successivamente Direttore associato e prima titolare della “Arturo Toscanini Chair”.

Recentemente è stata nominata Direttore musicale della New Jersey Symphony Orchestra, effettiva dalla stagione 2016/17. Ricopre il medesimo ruolo presso l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi dal settembre 2009. Tra i momenti salienti della sua collaborazione con laVERDI ricordiamo il concerto ai BBC Proms del settembre 2013, con un programma di arie verdiane (con il tenore Joseph Calleja) e la Sinfonia dal Manfred di Čajkovskij, trasmesso live sulle piattaforme BBC. Nella Stagione 2014/15, ha avuto con l’Orchestra Verdi un ruolo molto importante negli eventi culturali di EXPO 2015.

Collabora regolarmente con importanti orchestre quali la London Symphony e il Royal Concertgebouw. I suoi impegni più recenti includono il suo ritorno ai BBC Proms nel luglio 2015 alla testa della BBC National Orchestra of Wales, concerti con la Rotterdam Philharmonic Orchestra e la Gothenburg Symphony Orchestra. Durante la stagione 2015/16 debutterà con l’Orchestre Philharmonique di Strasburgo e l’Orquesta y Coro Nacionales de España, e ritornerà a dirigere la Netherlands Radio Philharmonic e l’Orchestre National de Belgique.

Lavora costantemente in America del Nord. I suoi impegni più recenti includono una settimana di concerti con la Los Angeles Philharmonic, in occasione delle celebrazioni per il nuovo anno cinese, e con la New Jersey Symphony, che tornerà a dirigere nell’aprile 2016.

Attiva anche nel repertorio operistico, è tornata nell’ottobre 2015 all’English National Opera per dirigere Bohème e debutterà nel gennaio 2016 con la Den Norske Opera con La traviata. Dopo il successo di Nabucco al Savonlinna Opera Festival (2014), con la Welsh National Opera, ritornerà al Festival nell’estate 2016 per dirigere Otello.

Torna spesso nella sua nativa Cina, per dirigere China Philharmonic, Beijing Symphony and Guangzhou Symphony. Un punto di riferimento per i compositori cinesi, nell’ultima stagione ha diretto Iris Devoilee di Qigang Chen con il National Centre for the Performing Arts e la BBC National Orchestra of Wales; nella primavera del 2015, la premiere mondiale di Luan Tan di Qigang Chen con la Hong Kong Philharmonic – un lavoro commissionato dall’orchestra – e il Resurrection Concerto di Tan Dun con la Los Angeles Philharmonic.

Il lavoro con giovani musicisti continua ad avere un ruolo importante nella sua vita. Nel 2011 è stata nominata Direttore Artistico della NJO (Dutch Orchestra e Ensemble Academy), e durante quest’estate ha debuttato con la European Union Youth Orchestra a Grafenegg, Amsterdam, Berlin, Rheingau e Bolzano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

JazzCalendar

marzo: 2016
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: