ALONG CAME JAZZ: Play Verdi quartet (6 luglio)

Lascia un commento

5 luglio 2016 di Jazz Digest

A TIVOLI (Roma)- ALONG CAME JAZZ: Play Verdi quartet (6 luglio)

ALONG CAME JAZZ 2016
Sedicesima edizione
Direzione artistica: Enzo Pavoni e Paolo Alimonti
Dal 6 al 21 luglio – Tivoli e Tivoli Terme (RM)

INAUGURAZIONE

Mercoledì 6 luglio – ore 20.30

PLAY VERDI

Nicola Puglielli chitarra
Piero Simoncini contrabbasso
Andrea Pace sax tenore
Massimo D’Agostino batteria

Piazzetta Via del Seminario – Tivoli (RM)

Ingresso libero

Una rilettura in chiave jazzistica di alcuni Preludi di Giuseppe Verdi in un lavoro rispettoso delle partiture originali tra tradizione e innovazione, polifonia e improvvisazione.
Giuseppe Verdi, pilastro del patrimonio musicale e culturale italiano, in un omaggio che arriva direttamente dal mondo del jazz. “Play Verdi” è il progetto ideato dal chitarrista e compositore Nicola Puglielli in occasione del bicentenario (1813-2013) della nascita del grande Maestro,
divenuto un album dell’etichetta discografica Terre Sommerse. Si sviluppa come un laboratorio aperto nella reinterpretazione in jazz dei Preludi scelti tra le sue opere più celebri, come “Aida”, “Macbeth”, “Attila” e “Simon Boccanegra”, riarrangiati dallo stesso Puglielli e dal sassofonista Andrea Pace.
Scrive Luigi Onori:"Ci vuole tempo per entrare nella delicata poesia di tale operazione, ci vuole umiltà nel riascoltare i “gioielli” verdiani per poi seguire Nicola Puglielli, Andrea Pace, il
contrabbasso di Piero Simoncini e la batteria di Massimo D’Agostino. Così si apprezza con quanta finezza e maestria si possa rendere Giuseppe Verdi un “contemporaneo”. (…) C’è, sottintesa, la sfida di rendere “standard” pagine operistiche, così come il jazz ha fatto per decenni con brani dei musical. (…) un itinerario intessuto di pazienti trascrizioni, elaborati adattamenti ed arrangiamenti, prove minuziose, fiducia collettiva in un progetto tra tradizione e modernità.”

Hanno scritto del progetto:
"Il risultato, tutt’altro che scontato, è brillante e godibile all’ascolto e rivela l’estrema cura (indice certo di passione oltre che di fine competenza) riposta nella preparazione del progetto e nella sua esecuzione."
Musica Jazz, febbraio 2016 (S.C.)

"Con un lavoro di cesello, Puglielli e Pace hanno ridotto le parti sinfoniche al quartetto e lo ha fatto salvaguardando la polifonia in ogni sua componente. Voci, contrappunti e canoni mantengono integra l’evoluzione melodica di Verdi, così come anche l’armonia viene rispettata senza stravolgimenti o frivoli ammodernamenti. (…) Le improvvisazioni sono brevi, con un notevole approccio all’interplay, e costruite con sensibilità intorno all’idea operistica di riferimento, senza estenuanti concessioni a virtuosismi e derive sperimentali. (…) Play Verdi è un album destinato a essere ascoltato molte volte e, c’è da scommetterci, a far parlare molto di sé."
Huffington Post, 28/5/2015 (Paolo Romano)

"Ci si trova completamente assorbiti nell’atmosfera originale e accogliente e si rimane col fiato
sospeso fino a quando si arriva alla fine del brano, dove tutta la bellezza di esso si condensa in
quell’istante di silenzio tra l’ultima nota e l’applauso finale."
Roma da leggere, 22/10/2015 (Giorgia Scoccia)

Nicola Puglielli
Nato a Roma il 14 Aprile 1962. E’ chitarrista e compositore, vive a Roma. Nei suoi concerti e Cd si incrociano tecnica classica, improvvisazione Jazz e tradizione europea. Sia come solista che con le sue formazioni riesce a rivalutare il ruolo della chitarra nel Jazz. Ha collaborato con musicisti di fama internazionale (Tony Scott,K. Lightsey, S. Nistico, M. Urbani, G. Tommaso, Steve Grossman) e con diverse orchestre (Acc. S. Cecilia di Roma, N. Piovani). Due i Cd a suo nome: “In the middle” (Jardis, 1999) e Viaggio ConCorde (III Millennio, 2004). Si é diplomato in Chitarra (Cons. Terni) e in Jazz (Cons. Frosinone)). Puglielli ha arrangiato diversi progetti su Verdi. L’Huffington Post dice di lui che che è un arrangiatore capace di “captare l’anima” del grande compositore.

Andrea Pace
Musicista sassofonista impegnato nella musica classica e nel jazz. Diplomato al Conservatorio in Sax classico e Musica Jazz. Ha frequentato seminari con Sal Nistico, Jerry Bergonzi ed Umbria Jazz. Ha suonato in formazioni dall’orchestra sinfonica al duo sax e piano in campo classico e dalla big band al trio pianoless in campo jazzistico. Ha collaborato coi Maestri D. Oren, E. Morricone, L. Bacalov, N. Piovani, G. Ferrio, B. Tommaso, G. Iacoucci, M. Giammarco, e special guest come S. Grossman, Gianni Basso, E. Pieranunzi, P. Fresu, G. Trovesi, L. Bacalov, Patrizia Scascitelli; con lo Ialsax quartet ha collaborato con il M.A.E. suonando in tutto il mondo. Vincitore di concorso per titoli ed esami, è docente di sassofono presso il Conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli.

Piero Simoncini
Nato a Rimini il 15 Luglio 1962, sulla scena jazzistica e non solo da circa trent’anni a collaborato al suono ed alla musica di tantissimi musicisti dell’area romana e non. A. Marcelli, M. Urbani, T. Scott, G. Capiozzo, R. Zifarelli, “Woody Shaw Memorial Band” , G. Bartz, S. Turre, D. Harrison, G. Garzone, E. Henderson, Negli ultimi anni nasce una soilda collaborazione con Andrea Pace in vari progetti Andrea Pace Quartet, Patrizia Scascitelli Group e per ultimo il progetto Play Verdi da un’idea di Nicola Puglielli.Parallelamente svolge attività didattica presso alcune scuole romane.

Massimo D’Agostino
E’ nato il 20 Luglio 1957. Batterista eclettico ha lavorato in differenti contesti musicali: dalla crociera e sale da ballo al jazz e musica d’ascolto, teatro musicale e musical, turnista in sala di registrazione, sia in piccoli gruppi che in big band che con orchestre ritmo-sinfoniche. Ha suonato con: P. Fresu, A. Salis, G. Tommaso, R. Fassi, G. Oddi Quartet e G. Oddi Big Band, Nicola Arigliano, R. Pregadio, R. Carosone, L. Goggi, P. Pietrangeli, S. Grossman, D. Schnitter, L. Tabakin, R. Mantilla, G. Garzone, Orchestra Roma Sinfonietta. Dal 2012 fa parte della ritmica che segue il M° Ennio Morricone in tutti i suoi concerti. Insegna dal 1984 alla Scuola Popolare di Musica.

Along came Jazz è una manifestazione realizzata grazie al sostegno della Società Acque Albule Spa e alla collaborazione con il Comune di Tivoli, nell’ambito della manifestazione Tivoli chiama.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

JazzCalendar

luglio: 2016
L M M G V S D
« Giu   Set »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: