Si preannuncia come un concerto straordinario quello degli Azymuth, veri innovatori della musica brasiliana, al Blue Note di Milano.
Tre eccezionali musicisti che valgono un’orchestra grazie al sapiente uso dell’elettronica. Di loro sicuramente tutti conoscono Jazz Carnival, successo mondiale degli Anni 70.
Dopo aver registrato verso la fine degli anni Sessanta diverse colonne sonore, gli Azymuth si sono esibiti con artisti come Elis Regina, Marcos Valle, Eumir Deodato, Jorge Ben, Gal Costa e Milton Nascimento.
Gli Azymuth sono una vera e propria band di culto, con il loro accattivante mix di elettronica e ritmi tradizionali. La musica del trio fonde jazz, funk, fusion e bossa, producendo un suono caldo e appassionato.

DA NON PERDERE. ORE 21 !

3 PIANO GENERATIONS

con i Maestri

LUIS BACALOV, STEFANO BOLLANI

e ALBERTO PIZZO

Per la prima volta in concerto insieme con tre pianoforti sullo stesso palco

IL 10 APRILE A GENOVA

All’Auditorium del Centro Congressi del Porto Antico di Genova i Maestri Luis Bacalov, Stefano Bollani e Alberto Pizzo, per la prima volta insieme, saranno protagonisti del progetto 3 PIANO GENERATIONS, un concerto eccezionale che ospita sullo stesso palco un’insolita “giostra” di tre gran pianoforti Yamaha

Come in un’antica arena, Luis Bacalov, Stefano Bollani e Alberto Pizzo si misurano in un gioco di note da un palco posto al centro delle due platee (Maestrale e Grecale), dove esploreranno oceani sonori con giochi di piano solo a staffetta, momenti a due e a tre pianoforti.Il pubblico verrà introdotto in un viaggio musicale nel quale confluiranno il jazz, la classica e la grande musica per il cinema, con momenti d’improvvisazione. I tre Maestri tesseranno così una tela musicale in cui convergeranno i loro stili, le loro personalità artistiche e il loro estro, ma dove troveranno spazio anche brani come “Oblivion” e “Libertango” di Astor Piazzolla per omaggiare la veracità e la passionalità della grande tradizione musicale sudamericana.

Il Maestro Luis Bacalov, Premio Oscar nel 1996 per la miglior colonna sonora con il film “Il postino”è un pianista, compositore, direttore d’orchestra e arrangiatore argentino, naturalizzato italiano. Ha raggiunto la fama internazionale grazie alla sua attività di compositore per il cinema e nella sua lunga carriera artistica ha ricevuto numerosi riconoscimenti collaborando con registi come Damiani, Scola, Petri, Pasolini, Fellini e tanti altri. Memorabile il premio Oscar nel 1996. Più recentemente Quentin Tarantino ha scelto alcuni brani del Maestro per “Django Unchained” (2012) e nel luglio 2014 Luis Bacalov ha presentato sul palco Ravello Festival il nuovo spettacolo “Con el repiro del Tango” con l’attore Michele Placido.

Stefano Bollani, dopo il grande successo del suo programma televisivo su Rai3, “Sostiene Bollani”, andato in onda per due stagioni, ed il nuovo spettacolo teatrale, “La Regina Dada”, da lui scritto ed interpretato insieme a Valentina Cenni, non si può più definirlo soltanto come un pianista jazz. Pluripremiato per i suoi dischi, ha chiuso il 2014 con il disco d’oro per il suo disco/progetto “Carioca” (uscito per la Emarcy/Universal nel 2008) ed ha aperto il 2015 vincendo il referendum della rivista Musica Jazz come miglior disco dell’anno con “Joy in Spite of Everything” registrato a New York con Jesper Bodilsen e Morten Lund e due prestigiosi ospiti: Mark Turner e Bill Frisell. Il suo primo disco d’oro lo ha ricevuto per “Sounds of the 30’s” registrato con la Gewandhousorchester di Lipsia diretta da RIccardo Chailly. “O que serà”, in duetto con il mandolinista brasiliano Hamilton De Holanda, è stato giudicato uno dei migliori album del 2013 per la rivista americana DownBeat e per le italiane Musica Jazz e JazzIt. Ambasciatore di Topolino, è appena uscita la sua nuova avventura con il suo alter ego di Paperopoli: Paperefano Bolletta.Alberto Pizzo, pianista compositore diplomatosi nel 2004 al Conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli, dopo una lunga esperienza di lavoro in Italia e negli Stati Uniti, nel 2014 ha presentato il suo ultimo disco “On The Way” (che ha visto la collaborazione di artisti del calibro di Fabrizio Sotti, Mino Cinelu, Renzo Arbore, David Knopfler , Toquinho), ottenendo un grande successo nel tour in Giappone e negli Usa, in particolare a New York dove si è esibito come unico italiano al Festival Jazz del Blue Note. Pizzo ha calcato inoltre i palcoscenici dei maggiori festival italiani, incantando il pubblico del Ravello Festival, del Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza, di Eataly Smeraldo di Milano e tanti altri.

La garanzia è quella di un gruppo statunitense: lì si suona bene oppure ti lanciano pomodori in faccia. Quindi questa sera sarà grande mjusica al MEMO con una cantante già famosa negli USA e presto fra le più note al Mondo. E’ quindi una buona occasione per conoscerla da vicino nell’elegantissimo ambiente del Memo.
Lo stile vocale di Shayna Steele combina rithm & blues, soul e jazz, ispirandosi sempre a miti come Ella Fitzgerald.
Una straordinaria vocalist che ha all’attivo importanti collaborazioni: attualmente in tour con il fenomeno mondiale del momento, i vincitori del Grammy Award per Best R&B performance, gli Snarky Puppy, è stata protagonista a Broadway in Rent, Hairspray, vocalist per Moby, Bette Midler, Rihanna, John Legend. I suoi colleghi lodano la sua capacità, la sua dedizione e la grinta nel voler sempre perfezionare le sue doti canore. Sul palco e in studio stupisce per la sua potenza, la sua estensione vocale, l’espressività e la sua tecnica.

Il suo prossimo album vede la partecipazione di grandi nomi come Marcus Miller, Eric Harland e Christian McBride. Sentirete la sua voce ispirata da Big Mama Thornton nell’ esecuzione blues come può facilmente scivolare verso il suono soprano del jazz più puro senza batter ciglio.

Shayna Steele EPK
https://www.youtube.com/watch?v=2UGatVF3E20

Guarda i video con i vincitori dei Grammy Award Snarky Puppy:
https://www.youtube.com/watch?v=gsGHkUeTc_w
https://www.youtube.com/watch?v=puvJaKWB-P4

Ascolta il player con l’anteprima del suo nuovo album ft. Robert Randolph:
http://www.reverbnation.com/shaynasteele

Altri video:
https://www.youtube.com/watch?v=IrVUVRXz-Kw
https://www.youtube.com/watch?v=0zT8PtLImsk

ORE 20,00 CENA con prenotazione

ORE 22.00 concerto

ingresso concerto con drink euro 15,00

IUMBRIA JAZZ 15 si terrà a Perugia dal 10 al 19 luglio, protagonisti PAOLO CONTE (10 luglio) e TONY BENNETT & LADY GAGA (15 luglio), e tanti altri

UMBRIA JAZZ 15

DAL 10 AL 19 LUGLIO A PERUGIA

Tra i protagonisti

PAOLO CONTE (10 luglio)

TONY BENNETT & LADY GAGA (15 luglio)

Prevendite aperte

Si terrà a Perugia da venerdì 10 a domenica 19 luglio l’edizione 2015 di UMBRIA JAZZ, vero e proprio punto di riferimento nel mondo della musica e dei Festival musicali, che come sempre ospiterà concerti di grandi stelle del panorama musicale di tutto il mondo, oltre ad altri imperdibili eventi ed appuntamenti.

Mentre sono già aperte le prevendite (info su www.umbriajazz.com/pagine/ticket-000) per gli attesi concerti di PAOLO CONTE (10 luglio, Arena Santa Giuliana, ore 21.30) e TONY BENNETT & LADY GAGA (15 luglio, Arena Santa Giuliana, ore 21.30), a breve verranno annunciati i nomi di altre grandi star della musica mondiale, che si esibiranno sul main stage dell’Arena Santa Giuliana e che arricchiranno il programma di UMBRIA JAZZ 15.

Ad aprire le serate di UMBRIA JAZZ 15 sarà PAOLO CONTE, senza dubbio il cantautore italiano più vicino per storia e stile al mondo del jazz e di sicuro il più colto e coerente, che il pubblico di UJ ben conosce avendolo potuto apprezzare negli anni passati, da ultimo nel 2009.

Nel suo ultimo lavoro del 2014, dal titolo “Snob”,15 inediti suonano come un ritorno alle origini musicali e testuali che hanno reso Conte un artista apprezzato in tutto il mondo.

Quello di venerdì 10 luglio sarà uno show di classe, un piccolo capolavoro di essenzialità, che avrà anche un significato molto particolare: Conte e UMBRIA JAZZ avevano, infatti, un amico in comune che da poco se n’è andato, Sergio Piazzoli. A lui sarà dedicato il concerto.

Prezzi:

Platea I Euro 70 + 7 diritti di prevendita

Platea II Euro 45 + 5 diritti di prevendita

Gradinata e Parterre Euro 20 + € 3 diritti di prevendita

Mercoledì 15 luglio all’Arena Santa Giuliana farà tappa per l’unica data italiana il tour europeo di TONY BENNETT e LADY GAGA che presenteranno il loro acclamatissimo album di standard jazz dal titolo “Cheek To Cheek”, vincitore pochi giorni fa del Grammy Award come Best Traditional Pop Vocal Album. Sul palco dell’Arena il pubblico di UJ avrà la possibilità di assistere a uno show con due artisti che insieme hanno conquistato ben 22 Grammy.

«”Cheek To Cheek” è nato in modo naturale dal rapporto di amicizia costruito in questi anni tra me e Tony, una collaborazione sincera - spiega Lady Gaga - Era importante per Tony che questo fosse un disco jazz. Ho cantato musica jazz sin da quando ero bambina e volevo davvero dimostrare questo mio lato. Abbiamo fatto un album di standard jazz ma con un twist moderno».

«Ho cantato le canzoni del Great American Songbook per tutta la mia carriera costruendo con fatica un ponte tra pop e jazz music - aggiunge Bennett - Produrre questo disco con Lady Gaga è stata una esperienza bellissima, lei è una cantante fantastica e spero che tutti i suoi fan abbracceranno questa musica e si lasceranno andare allo swing».

Prezzi:

Platea 1, € 165

Platea 2, € 110

Gradinata, € 55

Prezzi comprensivi di prevendita

Come sempre, UMBRIA JAZZ 15 vedrà alternarsi, agli “evening concerts” dell’Arena Santa Giuliana, tanti altri eventi, dai concerti al Teatro Morlacchi, ai concerti gratuiti invarie location del capoluogo umbro, a tanti altri appuntamenti legati al jazz e non solo.

UMBRIA JAZZ, è unanimemente riconosciuto come il Festival musicale di maggior qualità in Italia, e tra i più apprezzati a livello internazionale. Dalla prima edizione nel 1973 molto è cambiato, ma non lo spirito e l’identità che, insieme alla qualità delle proposte artistiche, ne hanno fatto la fortuna.

http://www.umbriajazz.com

http://www.facebook.com/UmbriaJazz.official?fref=ts

https://twitter.com/UmbriaJazz_OFC

http://iconosquare.com/umbriajazz_official

Matteo Brancaleoni il 4 marzo 2015 al Blue Note di Milano

RICORDANDO LUCIO CON SWING

Un omaggio a Lucio Dalla in un mix fra grandi classici italiani e americani

Stimato da Michael Bublé, Fiorello, Renzo Arbore, Red Ronnie, Jovanotti, Maurizio Costanzo da cinque anni è fra i 10 migliori cantanti jazz italiani nel referendum annuale di Jazzit. Brancaleoni, in uscita fra qualche mese con un nuovo importante progetto discografico, presenterà il suo spettacolo completamente rinnovato, in un mix fra canzoni del songbook americano, da Sinatra a Tony Bennett, e grandi classici del repertorio italiano conosciuti in tutto il mondo con un personale omaggio a Lucio Dalla. Brancaleoni ha all’attivo 6 dischi ed ha venduto oltre 35mila copie in Italia, USA, Canada, Finlandia, Francia, Germania, Spagna e Giappone.
Negli anni ha collaborato con jazzisti del calibro di Franco Cerri, Renato Sellani, Gianni Basso e Fabrizio Bosso. Il suo debutto discografico “Just Smile” e il suo secondo album “Live In Studio” sono stati accolti entusiasticamente dal pubblico e dalla critica nazionale ed internazionale.

Matteo Brancaleoni sarà accompagnato dalla sua Swing Band composta da Nino La Piana (pianoforte ), Roberto Chiriaco (contrabbasso), Gianpaolo Petrini (batteria).

Gianni Berengo Gardin è universalmente conosciuto come uno dei più grandi fotografi italiani. Amante del bianco e nero e della fotografia analogica come tutti i grandi della fotografia è il cronista storico dell’industria italiana e dei suoi capitani, ma anche del costume nazionale e della società del secolo scorso e del presente. A lui il sassofonista Tommaso Starace ha dedicato un intero album "Italian Short Stories – Tommaso Starace Quartet plays the photos of Gianni Berengo Gardin’" che domani, martedì 17 febbraio, presenta al Blue Note Milano con il suo quartetto in cui annovera un altro grande, Tommy "Durham" Bradascio alla batteria.

Starace, amante del cinema e delle foto in bianco e nero rivisita il concetto immagine/musica come fece già per il grande fotografo della Magnum Elliott Erwitt.

Gianni Berengo Gardin ha pubblicato più’ di 210 libri dai quali Starace ha scelto 14 immagini che raccontano una storia e che accompagnate dalla musica creano un’atmosfera di jazz e cinema. Al Blue Note le 14 foto cattate a Palermo, Milano, Venezia, Genova, Siena, Firenze verranno proiettate su uno schermo.

Tommaso Starace ci ha raccontato che "Dopo vent’anni di vita nel Regno Unito, fortunato di vivere in una delle piu’ belle e stimolanti citta’ del mondo qual’e’ Londra, non ho resistito ad un po’ di sana nostalgia di “casa” ed ai tanti ricordi del mio passato. Ho sentito cosi’ il desiderio di lavorare con il mio quartetto su composizioni che hanno forti linee melodiche, in sintonia con le ragioni per le quali la musica Italiana e’ famosa nel mondo. L’improvvisazione e’ sempre presente ma meno protagonista: sono le melodie che accompagnano, rendono vive le immagini e raccontano una storia. Grazie alle meravigliose immagini di Gianni Berengo Gardin ho avuto modo di viaggiare con la mia fantasia in varie citta’ d’Italia e lì ho fatto un salto nel mio “passato Italiano” ed ho contaminato la mia musica con ricordi ed esperienze che ancora oggi mi danno felicita’ e serenita e spero di trasmettere all’ascoltatore un’ esperienza simile".

L’album ‘Italian Short Stories’ che Tommaso presentera’ al Blue Note e’ stato selezionato dalla famigerata rivista Britannica MOJO fra i 10 migliori album di jazz del 2014!

Tommaso Starace sax alto e soprano
Michele Di Toro piano
Attilio Zanchi basso
Tommy Bradascio batteria

AREA M | domani sera CLAUDIO FASOLI QUARTET e XY QUARTET dal vivo all’Auditorium Valvassori Peroni

AREA M | domani sera CLAUDIO FASOLI QUARTET e XY QUARTET dal vivo all’Auditorium Valvassori Peroni

Area M
IL QUARTIERE DELLA MUSICA

Domani sera – Auditorium Valvassori Peroni

CLAUDIO FASOLI QUARTET
XY QUARTET

Domani sera, giovedì 12 febbraio, alle ore 21, all’ Auditorium Valvassori Peroni (Via Valvassori Peroni 56 – ingresso 10 euro; ingresso con Area M Card 5 euro – il ricavato della serata, desunte le spese organizzative, sarà devoluto ad Amnesty International) salirà sul palco uno dei maestri del jazz italiano: il sassofonista CLAUDIO FASOLI per presentare dal vivo il suo nuovo disco “The Brooklyn Option”; con lui suonerannoMichelangelo Decorato al pianoforte, Andrea Lamacchia al contrabbasso e Marco Zanoli alla batteria. Seguirà il set dello XY Quartet, ensemble veneto in rapidissima ascesa critica e classificato al secondo posto nel Top Jazz 2014 nella categoria «Migliore formazione dell’anno». XY è composto da Nicola Fazzini, al sax alto, Saverio Tasca, al vibrafono, Alessandro Fedrigo, al basso acustico, e Luca Colussi, alla batteria.

Claudio Fasoli è un sassofonista e compositore di origine veneta. Raggiunse la popolarità negli anni ’70 suonando all’interno del Quintetto "Perigeo" al fianco di Franco D’Andrea e Giovanni Tommaso. Dopo lo scioglimento del gruppo si dedicò a progetti propri, collaborando con artisti internazionali del calibro di Henri Texier, Lee Konitz, Aldo Romano, Manfred Schoof, Palle Danielsson, Bobo Stenson, Tony Oxley e molti altri. Ha inoltre suonato all’interno di importanti orchestre come la Grande Orchestra Nazionale, la Lydian Sound Orchestra e l’European Music Orchestra, di cui è stato anche direttore.

AREA MUSICA: in due parole l’obiettivo e il senso della sua attività, un quartiere per la musica. Il quartiere è Città Studi in Zona 3 a Milano, la musica è il jazz. Area M nasce il 25 e 26 ottobre, festeggiata nelle strade, nelle piazze, nei mercati e negli spazi di Città Studi tradizionalmente destinati allo spettacolo. Il progetto, anticipato dal festival estivo Il Ritmo delle Città (giugno e luglio scorsi), avrà una durata triennale e si chiuderà quindi nel maggio 2017. Per ideare, promuovere e sostenere Area M si è formata una rete culturale di cui fanno parte la società cooperativa Arti & Corti (capofila del gruppo), la Fondazione Scuole Civiche Milano, le tre associazioni culturali Orchestra di Via Padova, Artchipel Orchestra, e Jazz Club Milano e infine Tieffe Produzioni e la Cooperativa Quellidrigrock (che operano rispettivamente nel Teatro Tieffe Menotti e nel Teatro Leonardo). Partecipano al progetto in qualità di partner d’onore e/o di coproduttori il Politecnico di Milano, il Dipartimento di Bio Scienze dell’Università degli Studi di Milano e il Centro Studi di Politica Internazionale di Roma. Il sostegno economico per i tre anni previsti è garantito principalmente da Fondazione Cariplo.